InsolitaMeta

mete insolite per insolite menti

C’era una volta…Sintra

20121012-003605.jpg

A Sintra, una località non distante da Lisbona, si nasconde un castello.

Come tutte le cose rare e preziose è un gioiellino che si fa desiderare.

Raggiungiamo il tranquillo paesino in tarda mattinata e cominciamo a vagare senza meta, aspettandoci di scorgerlo da un momento all’altro.

Un verde incontaminato, deliziose casette e faticosissime salite caratterizzano Sintra.

Passeggiamo tra negozietti di souvenir e locali turistici assaggiando un pezzo di Portogallo completamente diverso dalla città che finora ci ha ospitati, Lisbona.

Percorriamo diversi sentieri che non ci porteranno da nessuna parte, ma ci godiamo il fresco e la pace che solo i boschi sanno dare.

Del castello, neanche l’ombra. Eppure la guida dice che si erge su un colle, possibile non vederlo da quaggiù?

Riusciamo a raggiungerlo solo a metà pomeriggio, dopo diverse peripezie, ma lo spettacolo che si apre ai nostri occhi ci ripaga di tutta la fatica.

Il Palàcio da Pena, così si chiama, è un castello fiabesco, di quelli che sogni solo quando sei bambino, quando l’immaginazione è fatta di colori vividi e forme tondeggianti.

Racchiude un misto di stili diversi: manuelino, gotico, moresco, barocco, rinascimentale…una pacchianata direbbe qualcuno, me compresa. Ma avete mai sentito raccontare di castelli sobri nelle fiabe?

Per la prima volta me ne sono fregata della sua storia, delle sue origini. Mi sono immersa in questo mondo incantato con la bocca spalancata e gli occhi luccicanti. Sono veramente tornata un po’ bambina.

Solo dopo ho scoperto che è stato fatto costruire da Maria II di Braganza per il suo futuro sposo, re Ferdinando II del Portogallo e che è stato eletto una delle sette meraviglie del Portogallo. Se sono tutte così, mi son detta, comincio già ad organizzare il prossimo viaggio.

20121012-004018.jpg

20121014-225612.jpg

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “C’era una volta…Sintra

  1. WYW in ha detto:

    In effetti può sembrare una pacchianata ma secondo me nasconde qualcosa di più.
    Ha un velo di mistero diverso dai soliti castelli.
    Questi suoi colori e i suo aspetto a strati sembra quasi attirarti verso di lui.
    Un po’ psichedelico! bello!

    • I suoi colori, le sue forme e quello splendido giardino che lo circonda…concordo con te, questo castello mi ha attratta come una calamita!

  2. E’ una meraviglia, ti lascia senza fiato come tutto il parco circostante. Anche la strada però ti lascia ansimante: eravamo in bus e nello scendere tre auto di turisti erano parcheggiate male in curva e non ci si passava: morale, ce la siam fatta tutta a piedi fino al paese…

    • Che ridere, il tuo commento mi ha fatto ripensare al viaggio in autobus da Sintra paese al castello! Per me è stato veramente un incubo, un bus gigante, stracolmo di persone e un autista pazzo che prendeva le curve a tutta velocità! Ho perso 10 anni di vita! Grazie per essere passato di qua e avermi fatto ricordare momenti tragici…ma anche molto divertenti (considerando che ora sono qui a scriverne!) 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: